ASD Calcioinrosa Acquaviva

Una domenica all'insegna della donazione

Una delegazione di giocatrici e tecnici del sodalizio acquavivese hanno donato il sangue per la FIDAS - Federazione Italiana Associazioni Donatori di Sangue e si sono iscritti al registro ADMO - Associazione Donatori di Midollo

Calcio
Acquaviva lunedì 26 ottobre 2020
di La Redazione
ADMO PUGLIA
ADMO PUGLIA © ASD Calcioinrosa Acquaviva

L'Asd Calcioinrosa Acquaviva conferma il proprio grande impegno anche in ambito sociale stringendo un rapporto di collaborazione con le associazioni FIDAS e ADMO.

Nella giornata di domenica 25 ottobre, una delegazione di giocatrici e tecnici del sodalizio acquavivese hanno donato il sangue per la FIDAS - Federazione Italiana Associazioni Donatori di Sangue e si sono iscritti al registro ADMO - Associazione Donatori di Midollo Osseo.

Un piccolo gesto per chi lo compie, un grande dono per chi ha bisogno di aiuto.

L'associazione ADMO PUGLIA nasce nell'ormai lontano 1992 e vanta ben 28000 iscritti, di cui 162 donatori reali. Fine primario dell'associazione è sensibilizzare giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni, tramite convenzioni con MIUR, Regione Puglia, Università e associazioni di vario genere.

La FIDAS approda a Gioia del Colle qualche anno dopo, nel 1999, fondata da Maria Stea, attuale presidente dell'associazione gioiese nonché dell'ADMO PUGLIA. Oltre 1200 i soci iscritti alla sezione di Gioia del Colle, con una media di 700 donazioni annue fatte tutte su autoemoteca.

"Da sempre la nostra associazione sportiva, oltre che a promuovere l'attività del calcio femminile, è sempre attiva in varie attività benefiche - ha dichiarato il tecnico Giuseppe Bonavoglia, uno dei donatori odierni - È importante sensibilizzare tutti verso un gesto che ad ognuno di noi non costa nulla ma che può essere fondamentale per salvare vite umane."

Soddisfatta Maria Stea, presidente della sezione FIDAS di Gioia del Colle e dell'ADMO PUGLIA: "Queste collaborazioni sono molto importanti perché servono a fare rete ma anche a portare la solidarietà in primo piano ai giovani. Loro sono il futuro della nostra società ed è compito nostro sensibilizzarli allo sport, agli stili sani di vita e alla sensibilità verso gli altri. Il dono del sangue e delle cellule staminali emopoietiche rappresentano sicuramente la base del donarsi. A questi giovani auguro buona vita e la fortuna di essere #ilTipoGiusto per qualche paziente a cui regalare la rinascita."

Lascia il tuo commento
commenti