Il meteochiromante

Oggi parliamo di sfere di cristallo

Antonio Lagravinese La testa tra le nuvole
Acquaviva - giovedì 01 maggio 2014
©

Anche questo weekend lo passeremo sotto l'ombrello. Lunedì resteranno dei residui piovaschi e per ritornare a godere delle belle giornate dovremo aspettare martedì.

Nella scorsa previsione avevo previsto uno spendido primo maggio. Ho toppato. Non cerco alibi, ma come ho già detto le previsioni non si fanno con la palla di vetro. A meno che non si debbano misurare la durata e l'intesità del soleggiamento. In questo caso lo strumento da utilizzare è l'eliofanografo: una palla di vetro, appunto. Questo strumento è composto da una sfera di cristallo che proietta i raggi solari su una cartina millimetrata. La bruciatura della cartina ci indicherà le ore di sole giornaliere e la loro intensità. Un metodo semplice inventato nel 1863 e ancora in uso.

Lascia il tuo commento
commenti
Altri articoli
Gli articoli più letti