A tutto gas

Oggi parliamo di ozono

Antonio Lagravinese La testa tra le nuvole
Acquaviva - venerdì 28 marzo 2014
©

Weekend garantito: avremo temperature in aumento e sole a catinelle. Questa situazione meteo andrà avanti fino a mercoledì, quando ci saranno formazioni di nubi per la nuova perturbazione che interesserà l'Italia. Non c'è molto da dire. Al contrario dei contadini, noi meteorologi lavoriamo soprattutto quando c'è cattivo tempo per dare assistenza ai velivoli perché l'80% della meteorologia è a servizio del traffico aereo.

Oggi vi voglio parlare del buco dell'ozono. Proprio oggi al telegiornale ho sentito di un aumento di ozono nella zona di Taranto. La giornalista spiegava che l'aumento era causato dalla diminuzione dei gas killer nell'atmosfera. Per inziare a capirci qualcosa dobbiamo chiederci che cos'è l'ozono.

L'ozono è una molecola triatomica di ossigeno, questo è un gas che si mantiente negli alti strati dell'atmosfera ed è uno scudo naturale contro i raggi ultravioletti. L'assottigliamento dell'ozono comporta gravi problemi per tutti gli esseri viventi: uomini, animali e piante. La causa di questo assottigliamento è dovuta ai clorofluorocarburi, detti anche gas killer. Questi gas sono capaci di spezzare la molecola triatomica dell'ozono rendendola biatomica e non più in grado di difenderci dalle radiazioni nocive.

I gas killer sono stati inventati da un certo Thomas Migdley, ricercatore della General Motors, che aggiunse piombo tetraetile alla benzina usata all'epoca per aumentare l'efficenza dei motori e allungarne la vita. Questo carburante portò progressivamente al rilascio di enormi quantità di piombo inorganico nell'atmosfera, con gravi ripercussioni sanitarie in tutto il mondo. Lo stesso Midgley mostrò segni d'intossicazione e dovette astenersi per un lungo periodo di tempo dal lavoro. 

La prossima volta parleremo di gas serra. Diremo cosa sono e come influenzano il clima globale, parleremo dell'Ipcc, il gruppo intergovernativo di esperti sul cambiamento climatico. Capiremo che la situazione climatica della terra è a un punto di non ritorno. O facciamo subito qualcosa per fermare l'aumento di gas serra o dovremmo dire addio al nostro bel pianeta. 

Lascia il tuo commento
commenti
Altri articoli
Gli articoli più letti