La manifestazione è stata organizzata da due acquavivesi

Bilancio più che positivo per la sedicesima edizione Argojazz 2019

Con questa data si è concluso in bellezza il festival musicale dedicato agli spazi della luna, giunto quest’anno alla sua sedicesima edizione e nato da una idea di Felice Casucci e Marilinda Nettis

Spettacolo
Acquaviva lunedì 02 settembre 2019
di La Redazione
Bilancio più che positivo per la sedicesima edizione Argojazz 2019
Bilancio più che positivo per la sedicesima edizione Argojazz 2019 © Argojazz

Argojazz 2019 ha salutato il suo pubblico al Porto degli Argonauti di Marina di Pisticci con la perfomance di Carla Volpe con il suo progetto “lady gardenia” dedicato a Billie Holiday .

Con questa data si è concluso in bellezza il festival musicale dedicato agli spazi della luna, giunto quest’anno alla sua sedicesima edizione e nato da una idea di Felice Casucci e Marilinda Nettis, mentre per quanto riguarda Argodanza curata da Loredana Calabrese e argolibro proseguirà’ fino al 5 settembre.

Il festival costituisce uno degli appuntamenti culturali e musicali più noti e apprezzati del sud Italia che si svolge proprio qui in Basilicata e precisamente a Marina di Pisticci un evento popolare, dai grandi numeri e dalla forte risonanza e in un ambiente incontaminato che unisce porto, mare e bosco.

Sedici anni di Argojazz, rassegna fatta non solo di musica jazz ma anche di sperimentazioni, di danza e incontri con scrittori nazionali ed internazionali il tutto premiato da un successo crescente di pubblico e stampa. Anche quest’anno sul palco di Argojazz sono saliti decine di artisti provenienti dall’Italia e dal mondo.

“Argojazz con questa sua sedicesima edizione – afferma Felice Casucci - si conferma una rassegna tra le più seguite della fascia ionica, in grado di unire i nomi importanti della musica con i nuovi talenti ai quali abbiamo dato sempre grande spazio, la novità in assoluto del 2019 è stata la sinergia e la collaborazione tra i tra i vari festival della Basilicata, condividendo esperienze e mettendo in circuito alcuni artisti che si sono esibiti in varie manifestazioni, per il 2020 la collaborazione continuerà con l'anticipazione di nomi del calibro nazionale ed internazionale.

Quest’anno, in ossequio al tema scelto, ‘Gli spazi della luna”’, abbiamo voluto dare un tocco di internazionalità affiancando ai big del calibro di Milici e Ciarla gruppi musicali che spopolano in altri continenti come Ana Flora e Paulinho Ribeiro entrambe band brasiliane e al gruppo dei Tukuru con il suo cantante Ghanese .Come è tradizione abbiamo dato spazio al ballo ospitando ancora protagonisti del corpi di ballo Lucano ma anche artisti locali come la cantante Volpe e artisti rivelazione del Club Tenco come Giulio Capurso e Rocco Papia

Quest’anno il premio Argojazz miglior musicista e miglior lavoro discografico va a Francesco Manfredi con il cd “promenade Bechet”

Nell’edizione 2019 Argojazz ha dato spazio ad artisti, musicisti e tendenze originali e creative, una vocazione che trova le sue migliori proposte pensate nell’incrocio fra linguaggi artistici differenti: jazz nelle sue diverse declinazioni, arte visiva, danza, pittura, fotografia, musica bossa, funky e jazz cantautoriale. Tra i giovani si sono esibiti i vincitori dei giovani talenti della manifestazione il soprano Rita Ciccarone e il fisarmonicista Alessio Giove, premiato anche lo scrittore Pino Rovitto che ha partecipato ad Argolibro con il libro “le parole dimenticate”

Lascia il tuo commento
commenti