Hotel Terminus nel centro di Napoli

Giuseppe Milella ha ricevuto un nuovo riconoscimento

La poesia con la quale ha ricevuto il Premio a Napoli in occasione del Premio "We are the world"

Cultura
Acquaviva sabato 27 aprile 2019
di La Redazione
Giuseppe Milella ha ricevuto un nuovo riconoscimento
Giuseppe Milella ha ricevuto un nuovo riconoscimento © AcquavivaLive

Lo scorso 25 Aprile, l'autore acquavivese Giuseppe Milella ha ricevuto un nuovo riconoscimento ricevendo il premio per "Alto merito poetico" in occasione del Premio Letterario " We are the world" organizzato dall' ”Accademia degli Artisti a Napoli”, per la Sezione Poesia a tema "Uguaglianza, fratellanza, contro ogni forma di sessismo, razzismo etnico e religioso" con la sua poesia "Il Mondo che sogno". La premiazione si è tenuta presso l'Hotel Terminus nel centro di Napoli il pomeriggio del 25 Aprile.

A fine Maggio l'autore acquavivese, riceverà un altro riconoscimento in occasione del Premio “ La voce dei Poeti” a Roma nella Sala Convegni della Società Dante Alighieri.

Qui di seguito la poesia con la quale ha ricevuto il Premio a Napoli in occasione del Premio "We are the world".

Il mondo che sogno

A volte mi perdo con la mente e lo sguardo

e sogno un mondo senza guerre, armi e avidità di potere,

nessun muro o recinzione a separar la gente,

tanti popoli uniti pacificamente con un unico sogno.

Un mondo dove la vera essenza dell’umanità

è colta nel vivere quell’attimo fuggente,

nella gioia del momento e nella felicità di un istante,

rendendo infinito ogni palpito di vita.

Un mondo dove viviamo senza risentimento e rancore,

frutto del retaggio di un tempo ormai lontano

ma che con la forza dell’amore

apprezziamo l’oggi rivolti al futuro.

Un mondo dove nessuno è indifferente

verso chi soffre nel corpo e nella mente

in cui il prossimo aiutiamo

porgendogli la mano, con animo più umano.

Un mondo dove si vive senza costrizioni e violenze,

pacificamente, solidarizzando con il proprio prossimo

nel quale siano ignoti invidia e avidità

dove prevalgano la pace e l’amore, il perdono e la solidarietà.

Un mondo in cui il vivere quotidiano

non sia condizionato da razzismo e fanatismo.

Davvero, sogno spesso quest’oasi,

dove tutti possano vivere liberamente,

abbracciarsi come fratelli

e dialogare senza preclusioni e paure.

Ma sì, tutti dovremmo avere la possibilità

di sognarlo, di volerlo, di cercarlo, questo mondo,

nessun ostacolo che possa impedirlo, ovunque

nella vita reale e nel virtuale, da vicino o da lontano.

Essere liberi di amare senza avere paura

incondizionatamente, nulla da chiedere o da pretendere,

coltivarlo, custodirlo, condividerlo, questo sogno universale.

È nel donarsi l’essenza dell’amore.

Immaginare, sognare,

costruire un mondo nuovo,

ce la possiamo fare, se solo lo vogliamo,

se noi tutti ci uniamo.

Siamo come un’onda lunga

che silenziosamente e con costanza

vorrebbe vivere la realtà

di un mondo di pace e amore.

(Giuseppe Milella)

Lascia il tuo commento
commenti