Parlano i protagonisti

Intervista alla presidente della neonata associazione culturale "Piovono Libri"

In questa intervista Anna Rita racconta come e perché è nata l'associazione Piovono Libri e quali sono gli obiettivi a breve e lungo termine

Cultura
Acquaviva sabato 10 aprile 2021
di La Redazione
Anna Rita Martellotta, Lara Palmirotta e Giusy Labarile
Anna Rita Martellotta, Lara Palmirotta e Giusy Labarile © Piovono Libri

Classe '76, docente di scuola primaria, Anna Rita Martellotta ha da poco dato vita all'associazione culturale Piovono Libri, insieme alle sue amiche e compagne di viaggio Lara Palmirotta e Giusy Labarile.

L'associazione si pone essenzialmente due obiettivi: avvicinare tutti al mondo della lettura ed essere di supporto a coloro i quali hanno il sogno e l'ambizione di scrivere un libro ma non sanno da dove iniziare.

In questa intervista Anna Rita racconta come e perché è nata l'associazione Piovono Libri e quali sono gli obiettivi a breve e lungo termine.

 

Partiamo dal principio...

Perché hai voluto dar vita a questa associazione culturale?

Grazie a mia madre, sono cresciuta circondata dai libri e questa passione non mi ha mai abbandonata. Durante il lockdown dello scorso anno ho trovato in essi serenità e speranza. Ho sentito perciò il bisogno di fare qualcosa di concreto per diffondere sul nostro territorio il piacere della lettura e della scrittura.

 

Non sei sola in questo viaggio: chi sono le altre fautrici di questo progetto?

Con le mie compagne di avventura Giusy Labarile e Lara Palmirotta ho in comune l'amore per gli animali, per i viaggi, per il buon cibo e la convinzione che le parole scritte e parlate, quelle belle e oneste, possano dare una nuova forma al mondo e voce alle nostre emozioni.

Ringrazio vivamente Adele, Stefania e Paola per la disponibilità e l'appoggio fornito.

 

Quali sono gli obiettivi che vi ponete e a chi vi rivolgerete?

Ci rivolgiamo a tutti. Agli anziani, lettori da una vita. Ai bambini che cominciano il meraviglioso percorso della lettura. Ai giovani che sono ansiosi di esprimersi ma ancora non sanno come. A tutte le persone che trovano un amico in un libro.

Ci proponiamo di incentivare la lettura con eventi, presentazioni, concorsi, fiere del libro e prestiti, augurandoci di avviare anche proficue collaborazioni con le associazioni presenti sul territorio, perché crediamo nella forza della comunità.

 

Quale supporto potete dare agli aspiranti scrittori?

Leggere è il primo passo di un percorso che può portare alla voglia di esprimersi e mettersi alla prova scrivendo. Purtroppo la scarsa autostima e le difficoltà tecniche potrebbero lasciare nel cassetto opere meravigliose. Vorremmo accompagnare gli scrittori emergenti lungo tutto il loro percorso, dalla correzione delle bozze alla diffusione e presentazione dei libri, aiutandoli a realizzare il loro sogno.

 

Quanto è importante leggere?

Leggere è fondamentale sin da piccoli.

Genitori, insegnanti ed educatori hanno una grande responsabilità: instillare nei bambini la passione per i libri e la libertà di espressione.

Bisogna saper insegnare, anzi infondere l’amore per i libri e la lettura, non imporlo. Bisogna educare alla parola scritta.

Leggere allena la memoria, amplia il vocabolario, accresce la capacità analitica e la concentrazione, favorisce l'empatia, stimola la mente, migliora le abilità di scrittura, fa viaggiare anche restando fermi.. può fare solo del bene!

 

Perché in Italia si legge poco?

Purtroppo la mancanza di tempo, il costo a volte eccessivo dei libri e l'esistenza di passatempi apparentemente più accattivanti (ma meno arricchenti) sono le motivazioni prevalenti da imputare alla scarsa diffusione della lettura.

Adesso si tende a volere tutto e subito: basta un click per avere accesso a un mondo di informazioni in cui non è facile orientarsi. Il linguaggio dei cellulari e dei social, di cui le nuove generazioni fanno un uso spasmodico,     preferisce la velocità della sintesi alla profondità della riflessione e del discorso. La lettura, invece, richiede tempi più lenti e distesi e una maggiore capacità di concentrazione. Sicuramente in quest'ultimo anno i libri sono stati un rifugio sicuro e sereno ed è aumentata la loro fruizione, ma dovrebbero restare sempre punti di riferimento.

 

Sarà possibile a tutti associarsi e partecipare attivamente alle vostre attività?

Tutti possono associarsi a “Piovono libri” con una tessera per sostenerci e partecipare liberamente e attivamente ai nostri eventi. Il ricavato sarà utilizzato per l'acquisto di libri e per l'organizzazione delle varie attività.

 

Chiudiamo con una citazione famosa inerente alla lettura, a te la scelta...

 

Scelgo una frase sull'importanza dei libri che racchiude una loro funzione fondamentale:

I LIBRI SONO PONTI OSTINATI, UNISCONO,

CREANO LEGAMI.

Dovremmo tutti innalzare ponti e non muri.

Le parole contano!

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Angela Totaro ha scritto il 12 aprile 2021 alle 18:04 :

    Bravissime!! Suggerisco di organizzare qualcosa per la prossima giornata del libro che ricorre il 23 prossimo. Anche solo qualche manifesto per farvi conoscere. Avete tutto il mio sostegno!! In bocca al lupo. Rispondi a Angela Totaro

  • Fabio Falvo ha scritto il 10 aprile 2021 alle 21:35 :

    Grande Annarita bellissima iniziativa Rispondi a Fabio Falvo