Questa mattina

E' morto Emanuele Petrelli. Era il promotore del Falò di San Giuseppe

Immediato il trasporto in ospedale dove è deceduto

Cronaca
Acquaviva sabato 24 ottobre 2020
di Adriana Maiulli
Emanuele Petrelli devoto di San Giuseppe
Emanuele Petrelli devoto di San Giuseppe © AcquavivaLive

Ci ha lasciato questa mattina Emanuele Petrelli. E' morto per un infarto.

Questa mattina ha avvertito un malore che non gli ha lasciato scampo. E' stata la sua compagna ad allertare il 118. L'ambulanza lo ha trasportato al vicino ospedale Miulli dove è deceduto.

Da oltre 50 anni, ogni 19 marzo, ci regalava una serata all'insegna del folclore grazie al tradizionale Falò in onore di San Giuseppe.

Inizialmente il falò lo allestiva in piazza Garibaldi, mentre da diverso tempo la location è cambiata e si era spostata alla ex zona 167.



Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • IODICE ANTONIO ha scritto il 25 ottobre 2020 alle 18:58 :

    ANCHE PER IL CARO AMICO EMANUELE E GIUNTO IL MOMENTO DEL RIPOSO,SPERO DIO LO ACCOLGA COME MERITA ERA SIMPATICO.SOCIEVOLE.EDUCATO.MOLTO PREZIOSO VERSO TUTTI.,, LO RICORDEREMO CON AFFETTO E SIMPATIA,...CON DOLORE PARTECIPIAMO AL LUTTO,,,,CONDOGLIANZE DALLA FAMIGLIA ,,,IODICE . Rispondi a IODICE ANTONIO

  • Giuseppe Tancorra ha scritto il 25 ottobre 2020 alle 09:19 :

    Mi dispiace tanto. E' stato un mio alunno in un corso serale nell'anno scolastico 1963/64 alla De Amicis. Giuseppe Tancorra ,suo maestro in quell'anno , si associa al dolore della sua compagna e porge sentite condoglianze a tutti i famigliari. Rispondi a Giuseppe Tancorra

  • Tommy deni ha scritto il 24 ottobre 2020 alle 15:43 :

    Mi mancheranno le parole che scambiavamo quando ci incontravamo sotto le nostre rispettive abitazioni al mattino presto o la sera tardi quando eri intento a fumarti la tua amata sigaretta... Persona molto introversa...Personalmente ti ricorderò come una persona dal cuore grande.. nonostante la vita non sia stata generosa con te tu lo eri con la vita e ai nostri bimbi regalavi sempre sorrisi e parole dolci...Spero che non ti porti lassù anche la tradizione della fanova ma magari guidi con la tua passione qualcuno affinché la possa proseguire qui in terra altrimenti anche la festa del papà in questo paese sarà un giorno come tanti altri Rispondi a Tommy deni