Emergenza Coronavirus

Acquavivesi positivi al covid-19 al rientro dalle vacanze all'estero

E’ stato lo stesso sindaco Carlucci a darne notizia

Cronaca
Acquaviva martedì 11 agosto 2020
di La Redazione
Covid-19
Covid-19 © n.c.

Sono 20 i casi positivi al covid-19 registrati oggi in Puglia. Nove quelli registrati nella provincia di Bari, due sono di Acquaviva delle Fonti. In particolare “I nove casi di positività registrati oggi in provincia di Bari – ha dichiarato Antonio Sanguedolce direttore generale Asl Bari - fanno riferimento a cittadini pugliesi rientrati da zone di vacanza e da regioni italiane in questo momento con una più alta concentrazione del virus in particolare da Grecia, Malta e Lombardia.

Tutti i soggetti positivi sono stati individuati dal sistema di sorveglianza epidemiologica attivato dal nostro Dipartimento di prevenzione tramite autosegnalazione”.

E’ stato lo stesso sindaco Carlucci a darne notizia. I due sono tornati da un viaggio all’estero. Per evitare che si ripiombi nell’emergenza è auspicabile continuare ad adottare le misure di contenimento, quali il distanziamento interpersonale, l’uso della mascherina nei luoghi chiusi e all’aperto laddove non si riesce a mantenere almeno un metro di distanza, il lavaggio frequente delle mani.

Intanto il governatore della Puglia Michele Emiliano ha preannunciato che nella giornata di domani sarà emanata un’ordinanza che dispone:

l’obbligo di isolamento fiduciario di 14 giorni per chi rientra in Puglia nella propria abitazione da Grecia, Malta e Spagna;

l’obbligo di quarantena di 14 giorni per i residenti in Puglia che rientrano da Grecia, Malta e Spagna si aggiunge all’obbligo di quarantena già previsto dalle leggi nazionali per numerosi Paesi esteri (elenchi C, D, E ed F, dell’allegato n. 20 del dpcm del 7 agosto 2020).

Ricordiamo anche che rimane l’obbligo per tutti coloro che arrivano da altre regioni italiane e da tutti i Paesi esteri di autosegnalarsi sul sito https://www.sanita.puglia.it/autosegnalazione-coronavirus. Questo obbligo è disposto per tutti, residenti in Puglia e non residenti e quindi anche per i turisti.

“Per coloro che si autosegnalano – fa sapere il Governatore pugliese - si attiva la sorveglianza attiva da parte dei Dipartimenti di prevenzione delle Asl. Grazie a un protocollo sottoscritto con le Forze dell’Ordine, i controlli sul rispetto dell’obbligo di autosegnazione saranno rafforzati. Le Forze dell’Ordine daranno anche supporto all’azione delle nostre Asl nel tracciamento dei contatti stretti dei casi positivi Covid19. Vi ricordo – continua - che la non ottemperanza dell’obbligo di autosegnalazione prevede sanzioni pesanti, ove il fatto non costituisca più grave reato. Accanto a queste misure vi informo che si amplia l’offerta dell’esecuzione del tampone per tutti coloro che rientrano in Puglia da aree a rischio.

Lascia il tuo commento
commenti