Casamassima

Svolge attività di “spaccio” durante il regime degli arresti domiciliari. Arrestato dai carabinieri

Nella mattinata di oggi, i militari della Stazione CC di Casamassima hanno tratto in arresto un 44enne del posto, per detenzione di sostanze stupefacenti

Cronaca
Acquaviva lunedì 17 giugno 2019
di La Redazione
Carabinieri di Casamassima
Carabinieri di Casamassima © Carabinieri

L’uomo, sebbene sottoposto alla misura restrittiva della detenzione domiciliare, poiché scontava una pena definitiva per un furto commesso in Bari nel 2014, incurante della sua condizione si dedicava all’attività di spaccio di sostanze stupefacenti. I Carabinieri avevano notato un via vai di noti assuntori nei pressi dell’abitazione dell’ uomo e per questo avevano deciso di svolgere attività di osservazione. Così l’altra mattina, con l’ausilio dell’Unità Cinofila dei Carabinieri di Modugno, i militari della Stazione di Casamassima hanno deciso di effettuare un controllo più accurato all’interno dell’immobile dove il giovane sta scontando la misura coercitiva, dove hanno rinvenuto una vera e propria base logistica per lo spaccio della droga. L’uomo infatti aveva ben occultato, nel doppio fondo ricavato dall’armadio della camera da letto, un assortimento di sostanze stupefacenti. Addirittura per eludere i controlli aveva industriosamente modificato una lattina di birra che, a prima vista, risultava integra mentre si poteva aprire semplicemente svitando la parte superiore, dove c’è la linguetta a strappo.

In dettaglio sono state rinvenuti e sequestrati gr. 48 di eroina, gr. 1 di marijuana, che dovevano essere suddivise, confezionate e spacciate nonché quattro bilancini di precisione ed il necessario per il taglio ed il confezionamento, nonché la somma contante di euro 735, ritenuta provento della illecita attività. Al termine delle formalità di rito, l’uomo è stato tratto in arresto e associato alla Casa Circondariale di Bari, ove rimarrà a disposizione dell’A.G., informata dell’accaduto.

Lascia il tuo commento
commenti