Comunicato stampa

Comune di Acquaviva: "La salute pubblica per noi è prima di tutto un dovere"

"Il virus non è un gioco e non stiamo giocando a “chiusure” e “aperture” ma stiamo lavorando per sanificare tutti gli ambienti di nostra competenza e stiamo effettuando test a tappeto a tutti i dipendenti comunali"

Attualità
Acquaviva martedì 10 novembre 2020
di La Redazione
Tampone Covid Coronavirus
Tampone Covid Coronavirus © n.c.

Comune di Acquaviva delle Fonti - Comunicato Stampa:

Le scelte politiche nazionali, regionali e locali nell'affrontare l'emergenza sanitaria sono spesso soggette a critiche e commenti.

Resta tuttavia prioritario chiarire che tutte le scelte di questa amministrazione sono legate solo ed esclusivamente alla tutela della salute pubblica.

La chiusura del mercato settimanale e oggi quella del nido comunale sono strettamente collegate al diffondersi, “a macchia d’olio”, dei contagi da Covid-19.

Il virus non è un gioco e non stiamo giocando a “chiusure” e “aperture” ma stiamo lavorando per sanificare tutti gli ambienti di nostra competenza e stiamo effettuando test a tappeto a tutti i dipendenti comunali.

Non vogliamo lasciare nulla al caso, anzi!

Tutela la salute pubblica per noi è prima di tutto un dovere oltre che una responsabilità!

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Anna Montrone ha scritto il 11 novembre 2020 alle 14:51 :

    Si pensa a sanificate gli ambienti, ma di mettere un erogatore di gel igienizzante, nell’ufficio di ritiro buste organico, questo no. Ma ci vuole tanto? E poi io dovrei firmare anche con la stessa penna utilizzata da tutti. Gel igienizzante grazie Rispondi a Anna Montrone

    Maddalena Losito ha scritto il 11 novembre 2020 alle 21:50 :

    Vero,io ho ritirato i sacchetti,senza riflettere ho firmato poi,appena fuori mi sono disinfettata le mani col mio gel Rispondi a Maddalena Losito

  • Franca Spinelli ha scritto il 11 novembre 2020 alle 13:57 :

    Conosco la gente di Acquaviva fanno bene ...finalmente c'è qualcuno che non pensa alle chiusure o aperture... ma pensa alla propria salute e degli altri. Rispondi a Franca Spinelli