Comune di Acquaviva delle Fonti

Deiezioni canine: obbligo rimozione e pulizia con acqua

L’ordinanza si è resa necessaria per le continue segnalazioni ricevute dai cittadini per il cattivo odore per le vie della città, per angoli di muri deturpati da aloni di urine, per il decoro urbano e per il rispetto di tutti

Attualità
Acquaviva martedì 13 ottobre 2020
di La Redazione
Ordinanza deiezioni canine
Ordinanza deiezioni canine © nc

In data odierna è stata pubblicata l’ordinanza n. 46 che prevede per tutti i proprietari di cani la rimozione delle deiezioni liquide.

Nello specifico l’ordinanza prevede:

  • munirsi, durante l'accompagnamento dei cani, di apposite bottigliette, spruzzatori o altri contenitori d’acqua da versare all'occorrenza, senza aggiunta di sostanze chimiche o di detergenti;
  • di riversare una congrua quantità d’acqua in corrispondenza del punto interessato dalle deiezioni liquide prodotte dai cani ai fini della loro diluizione e della ripulitura delle superfici interessate, su tutte le aree urbane pubbliche o ad uso pubblico e relativi manufatti e sulle aree private che si affacciano su aree pubbliche o ad uso pubblico, nonché sui mezzi di locomozione parcheggiati sulla pubblica via;
  • è fatto divieto assoluto di consentire ai cani di urinare a ridosso dei portoni di ingresso e degli accessi ad abitazioni e negozi, vetrine.

Sanzione pecuniaria da 25,00 Euro a 150,00 Euro, per coloro che non dovessero rispettare quanto prescritto nell’ordinanza.

L’ordinanza si è resa necessaria per le continue segnalazioni ricevute dai cittadini per il cattivo odore per le vie della città, per angoli di muri deturpati da aloni di urine, per il decoro urbano e per il rispetto di tutti ad una più pacifica convivenza.

Acquaviva delle Fonti, 13 Ottobre 2020

Assessore all’Ambiente

Caporusso Venturina

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Vito Milano ha scritto il 18 ottobre 2020 alle 07:09 :

    Fare le ordinanze e non farle rispettare e una presa per il ...........p Rispondi a Vito Milano

  • Giovanni Fraccascia ha scritto il 17 ottobre 2020 alle 12:12 :

    Finalmente, un plauso all'Amministrazione Comunale e speriamo che l'ordinanza sia fatta rispettare. Rispondi a Giovanni Fraccascia

  • Bruno Angela Maria ha scritto il 16 ottobre 2020 alle 15:57 :

    Non c'è più senso civile Rispondi a Bruno Angela Maria

  • Bruno Angela Maria ha scritto il 16 ottobre 2020 alle 15:47 :

    Gli animali invece di fare i propri bisogni sulle case degli altri perché non li fanno sulle case di chi li accudisce Rispondi a Bruno Angela Maria

  • Maria Lucarelli ha scritto il 16 ottobre 2020 alle 10:46 :

    Bella ordinanza finalmente. Un punto dolente i controlli come a solito non ci saranno. Rispondi a Maria Lucarelli

  • Maria C ha scritto il 15 ottobre 2020 alle 08:34 :

    Questo provvedimento è giusto fino ad un certo punto.....qualora i cani sono di piccola taglia versare una bottiglia di acqua è facile ....e per chi ha un cane di taglia grossa cosa dovrebbe fare? portarsi dietro un contenitore di acqua da 5 litri ????In questo paese guardiamo gli animali ,non guardiamo chi puntualmente butta la spazzatura sulla circonvallazione o nelle campagne...Come noi proprietari dobbiamo rispettare le regole anche chi non ne ha animali deve rispettare... Rispondi a Maria C

  • franco P ha scritto il 14 ottobre 2020 alle 07:10 :

    Ora come ora è diventato un atto signorile portare a spasso il cane. Costoro sanno benissimo quali sono le regole, ma puntualmente basta guardarsi intorno e se nessuno ti osserva la deiezione viene lasaciata lì. Mi chiedo tutti i cani sono microcippati, tutti i cani vengono vaccinati per le varie malattie!!!! oltre al fatto il mal odore che lasciano per strada dopo il loro bisogno. Nessuno vuol prendere provvedimento!!!!...... Rispondi a franco P

    Antonio Bruno ha scritto il 14 ottobre 2020 alle 08:43 :

    Credo che ogni proprietario di cani sappia quali sono le normative da rispettare cominciando dalla microcippatura e finendo alle vaccinazioni per le quali ogni cane ha un libretto dove viene riportato tutto......non e' il vicino di casa infastidito dalla sola presenza dei cani che deve occuparsi di ricordare ai proprietari le norme da seguire....gli stessi vicini che imbrattano le piazze di carte lattine e rifiuti di ogni genere.... Concludo dicendo che il raccogliere o meno la deiezione del proprio cane o bagnare con acqua il punto dove il cane preferisce fare la pipì va di pari passo con la cultura e l educazione di ognuno di noi e che qui di non può essere controllata dai soliti sceriffi di quartiere ....gli stessi che a volte usano mettere "veleni" sotto forma di cibo per strada Rispondi a Antonio Bruno

    Rita Colacicco ha scritto il 20 ottobre 2020 alle 11:33 :

    Ancora una volta, condivido le sue parole, guidate da intelligenza e buon senso Rispondi a Rita Colacicco

  • Antonio Bruno ha scritto il 14 ottobre 2020 alle 02:47 :

    Risolto finalmente un problema di vitale importanza per la nostra cittadina che a differenza del mondo intero non ha problemi di disoccupazione, criminalità, Covid, famiglie che non arrivano a fine mese, gente che vive con i sussidi dello stato......felici tutti gli amanti degli animali e tutti quelli che non avendo niente da fare tutto il giorno fanno le sentinelle alle proprie abitazioni per guardare se qualche cucciolo adora il "suo" marciapiede fino al punto da fare la pipì quotidianamente.....e chi sarebbero gli organi preposti ai controlli?.....pensiero di un cittadino che quotidianamente raccoglie le deiezioni del suo cane.... Rispondi a Antonio Bruno

    Rita Colacicco ha scritto il 20 ottobre 2020 alle 11:30 :

    Sig. Bruno, sono pienamente concorde con Lei 👍 Rispondi a Rita Colacicco

  • Carmelo GUIDO ha scritto il 13 ottobre 2020 alle 11:21 :

    FINALMENTE!!!!! Ma devono seguire subito i controlli e se necessario anche le contravvenzioni. CIAO! Rispondi a Carmelo GUIDO