Emergenza Coronavirus

Covid-19: nuove ordinanze del Sindaco Carlucci su tutto il territorio cittadino

Il mancato rispetto di tali obblighi è punito, ai sensi dell’art. 650 del codice penale, con l’arresto fino a tre mesi o con l’ammenda fino a € 206,00

Attualità
Acquaviva giovedì 19 marzo 2020
di La Redazione
Controlli in città ai tempi del Coronavirus
Controlli in città ai tempi del Coronavirus © Comune di Ruvo di Puglia

Con Ordinanza n.7 si dispone il divieto di svolgimento di ogni attività sportiva o motoria all’aria aperta sul territorio comunale di Acquaviva delle Fonti fatta eccezione per persone che con comprovata attestazione medica devono svolgere obbligatoriamente attività.

Con ordinanza n. 8 invece con effetto immediato e sino al 3.4.2020 si dispone

a) la chiusura delle attività dei distributori automatici cosiddetti h24, che distribuiscono e somministrano alimenti e bevande confezionate, su tutto il territorio comunale;

b) la chiusura dei bar all’interno delle aree di servizio su tratti di strade di competenza comunale, interni al centro abitato;

c) la sospensione delle attività di commercio di generi alimentari (frutta secca, olive, etc) svolte nei posteggi isolati individuati nel piano del commercio.

Inoltre i titolari degli esercizi commerciali devono vigilare affinchè, sia all’interno che all’esterno dei propri negozi, non si verifichi nessun assembramento e deve essere sempre garantita la distanza minima di almeno un metro tra le persone, inoltre all’esterno non devono esserci più di nr. 5 persone in attesa di entrare all’interno dello stesso garantendo sempre la distanza di almeno un metro;

Le persone che devono necessariamente uscire dalle proprie abitazioni devono indossare maschere protettive, al fine di evitare eventuali forme di contagio da parte di persone asintomatiche. In caso di difficoltà nel reperimento di tali dispositivi è utile coprire la bocca e il naso con garza sterile o tramite mascherine artigianali realizzate con tessuto e garza sterile.

Il mancato rispetto di tali obblighi è punito, ai sensi dell’art. 650 del codice penale, con l’arresto fino a tre mesi o con l’ammenda fino a € 206,00.


#insiemeperilnostropaese

#iorestoacasa

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Chiarastella Delle Foglie ha scritto il 21 marzo 2020 alle 20:13 :

    La disposizione delle 5 persone in coda peggiorerà la situazione, non riuscirà a limitare le uscite della gente, anzi otterrà l'effetto contrario: se esco e mi rendo conto che davanti al supermercato ce ne sono già 5, sono costretto a tornare a casa e poi uscire ancora più tardi o il giorno dopo, sperando di essere fra i 5 fortunati. E se non mi riesce neanche la seconda volta quante volte ancora dovrò uscire? Rispondi a Chiarastella Delle Foglie

  • Marilena misciagna ha scritto il 20 marzo 2020 alle 12:45 :

    Ottimo Rispondi a Marilena misciagna