Centro socio-educativo Granelli di Senape

Amministratori alla mensa Caritas

Tutti gli amministratori, senza distinzione di colore politico, faranno la spesa, cucineranno e pranzeranno con gli indigenti della Mensa Caritas presso il Centro socio-educativo Granelli di Senape

Attualità
Acquaviva sabato 07 dicembre 2019
di La Redazione
Il servizio mensa della Caritas
Il servizio mensa della Caritas © Azione Cattolica della Cattedrale

Domenica 8 dicembre 2019, in occasione della festività dell’Immacolata e in concomitanza con l’apertura delle festività natalizie, l’Amministrazione Comunale, in particolare l’assessorato ai servizi Sociali ha organizzato un pranzo solidale.

Tutti gli amministratori, senza distinzione di colore politico, faranno la spesa, cucineranno e pranzeranno con gli indigenti della Mensa Caritas presso il Centro socio-educativo Granelli di Senape.

L’idea nasce proprio per far sentire la vicinanza delle istituzioni ad utenti ed operatori in questo giorno speciale e per sostenere le iniziative e le attività benefiche della mensa Caritas.

“Come ogni giorno – sottolinea l’Assessore Cotrufo – anche la domenica e i festivi, tantissime persone si rivolgono alla struttura per consumare il proprio pasto, reso speciale dalla presenza di volontari che si prodigano instancabilmente dinanzi ai fornelli per preparare un pranzo straordinario, e poi servono ai tavoli per alleviare, per quanto possibile, il dolore e lo strazio della solitudine a chi nella vita ha perso tutto, la famiglia, una casa, un lavoro, degli affetti, e ha nel volontariato l’unica ancora di salvezza cui aggrapparsi per evitare di sprofondare nel buio assoluto”.

“Prendere parte a questo progetto, anche solo per un giorno, è per noi amministratori - spiega il sindaco Carlucci- un momento per essere vicini agli ultimi. L’Amministrazione Comunale è consapevole di quanto sia difficile il momento economico attuale, e per tale ragione gli investimenti sul sociale vengono incrementati di anno in anno per far fronte a quell’esercito di nuovi poveri che anche in occasione delle feste si sono visti costretti a sedersi al tavolo della Caritas o, in alcuni casi, hanno ritirato il proprio pacco alimentare per consumare i pasti al riparo delle proprie case”.

Lascia il tuo commento
commenti