Abbaticchio: « Da noi la xylella non deve passare »

I sindaci Itc al tavolo tecnico su xylella presso l’Arif

Carlucci, Depalma e Abbaticchio sono stati rassicurati sull’efficienza delle azioni di monitoraggio nei Comuni del territorio e hanno sollecitato la Regione a calendarizzare il censimento dei focolai

Attualità
Acquaviva venerdì 11 gennaio 2019
di La Redazione
Abbaticchio, Carlucci e Depalma presso la sede Arif
Abbaticchio, Carlucci e Depalma presso la sede Arif © n.c.

«Abbiamo iniziato oggi una serie di incontri tecnico-istituzionali, per combattere e prevenire la xylella nei nostri territori. Oggi, siamo stati nella sede dell'Arif, dove abbiamo incontrato i ricercatori della task force regionale. Siamo stati rassicurati sul fatto che la campagna di monitoraggio fatta nei nostri Comuni ha dato risultati negativi. Monitoraggio che è stato condotto anche nelle zone indenni, nelle quali, parimenti, non è stata riscontrata alcune problematica in particolare.Non dobbiamo però abbassare la guardia, nel modo più assoluto. Ecco perché abbiamo chiesto preciso impegno alla Regione di ripetere il monitoraggiointensificando i controlli e al Governo di stabilire calendarizzazione periodica per il censimento dei focolai. Lo sforzo che dobbiamo fare ora è combattere il vettore, come si è fatto in passato per stroncare la malaria. Ridurre la popolazione delle sputacchine attraverso le buone pratiche agricole è l'azione che ci aspetta nei prossimi mesi. ». Così Davide Carlucci, presidente provinciale per Bari di Italia in Comune e sindaco di Acquaviva delle Fonti, al termine del tavolo tenutosi oggi presso l’Agenzia regionale per le attività irrigue e forestali alla presenza del direttore generale, Domenico Ragno, di amministratori e tecnici.

«La Regione deve supportare questa attività di prevenzione anche nella zona indenne, coinvolgendo disoccupati attraverso gli strumenti previsti dalla legge, e organizzando quei pattugliamenti nelle campagne contro l'inquinamento, con i carabinieri forestali e le altre forze di polizia locale pubbliche e private che chiediamo da tempo. Non si dimentichi, poi, che altro obiettivo da raggiungere a stretto giro e di cui si è discusso al tavolo odierno è anche quello di trovare il modo per mettere realmente i sindaci nelle condizioni di dare indicazioni utili e puntuali agli operatoridel settore, di modo che essi, di conseguenza, possano mettere in campo misure efficaci ed attività idonee a prevenire o combattere la problematica », gli ha fatto eco un altro sindaco e collega di partito, Tommaso Depalma che amministra Giovinazzo.

«I sindaci di Italia in Comune stanno già adottando misure anti- xylella che saranno recepite, nei prossimi giorni, in delibere consiliari e che, a breve, coinvolgeranno le organizzazioni dei produttori per concordare attività congiunte. Da noi la xylella non deve passare», ha assicurato, infine, Michele Abbaticchio, sindaco di Bitonto e coordinatore regionale del partito.

Lascia il tuo commento
commenti