Corso TPM Puglia

Donazione e trapianto di organi: il Miulli aderisce alla campagna “Diamo il meglio di noi”

“Diamo il meglio di noi” è un’iniziativa promossa dal Ministero della Salute, Centro Nazionale Trapianti e Associazioni nazionali di settore per coinvolgere gli stakeholder nell’informazione sulla donazione degli organi

Attualità
Acquaviva giovedì 10 gennaio 2019
di La Redazione
Diamo il meglio di noi
Diamo il meglio di noi © n.c.

Essere in prima linea e contribuire all’informazione sulla donazione e il trapianto di organi, sono queste le linee di riferimento che hanno portato l’Ente Miulli ad aderire a“Diamo il meglio di noi”, la campagna nazionale che coinvolge organizzazioni di volontariato, istituzioni, enti pubblici o privati e aziende. Il fine è quello di diffondere tra i propri dipendenti, sostenitori e soci la cultura del dono, informando sui modi per esprimersi sulla donazione e mettendo in campo azioni e iniziative di comunicazione.

Diamo il meglio di noi” è un’iniziativa promossa dal Ministero della Salute, Centro Nazionale Trapianti e Associazioni nazionali di settore per coinvolgere gli stakeholder nell’informazione sulla donazione degli organi, tessuti e cellule. «L’adesione dell’Ente Ecclesiastico Ospedale Generale Regionale “F. Miulli” – da sempre integrato nella realtà di procurement e donazione – a questo network rappresenta dunque un’ulteriore concreta volontà di promuovere la cultura della donazione», ha affermato il dott. Fabrizio Celani, Direttore Sanitario dell’Ente. «Papa Giovanni Paolo II ha trasmesso a tutti noi un profondo messaggio di altruismo e di speranza, legato al grande tema del trapianto di organi, tessuti e cellule: “I trapianti sono una grande conquista della scienza a servizio dell’uomo e non sono pochi coloro che ai nostri giorni sopravvivono grazie al trapianto di un organo. La medicina dei trapianti si rivela, pertanto, strumento prezioso nel raggiungimento della prima finalità dell’arte medica, il servizio alla vita umana“. Da questo insegnamento deriva il significato stesso del trapianto, inteso come dono all’altro, a colui che, in difficoltà e sofferenza, attende con speranza un aiuto disinteressato, un dono di amore fraterno».

In sinergia con il Coordinamento Regionale Trapianti, l’Ospedale si impegnerà a promuovere la cultura della donazione incrementando le iniziative e attività di comunicazione dedicate sia ai dipendenti che ai cittadini. L’intento è quello di giocare un ruolo primario nel rendere la donazione sempre più un fatto socio-culturale, favorendo una scelta consapevole che può salvare molte vite.

Di questi temi si parlerà anche all’interno del Corso TPM Puglia per coordinatori alla donazione e al prelievo di organi e tessuti, che si terrà da martedì 15 a giovedì 17 gennaio 2018 negli spazi dell’Hotel Nicolaus a Bari. L’evento è volto a focalizzare le diverse fasi del processo di procurement all’interno della rete nazionale trapianti, come l’identificazione e il trattamento del potenziale donatore, i rapporti con i familiari del potenziale donatore, il prelievo e l’allocazione degli organi e le tematiche più innovative in questo ambito. Nella giornata inaugurale dei lavori è inoltre calendarizzato l’intervento del dott. Ovidio Miccolis dell’Ospedale “F. Miulli”, Dirigente Medico Coordinatore Locale Rianimazione “Acquaviva delle Fonti”. L’appuntamento sarà inoltre utile per far conoscere la partnership del Miulli per la campagna “Diamo il meglio di noi” e per le conseguenti attività che verranno sviluppate.

Lascia il tuo commento
commenti