“Dedicata, a chi, come me, ancora si incanta a giocare con le forme delle nuvole

Una “Prima” del tutto speciale questa mostra personale di LilKa al secolo Liliana Capozzo

L'appuntamento è per questa mattina alle ore 10:30 all''Università eCampus ​in piazza Giulio Cesare, 13 a Bari

Attualità
Acquaviva mercoledì 07 novembre 2018
di La Redazione
Mostra di pittura
Mostra di pittura © n.c.

L’apparentemente sicura e spavalda, si cimenta, non senza timore, in questa “Prima” mostra personale. Indossa una maschera di timidezza, che viene però sopraffatta dalla sua determinazione e dalla grande voglia di crescita professionale.

Ha superato brillantemente l'esame della laurea triennale, in Decorazione presso l'accademia di Belle Arti di Bari, e ovviamente si è iscritta al livello superiore, per la specialistica.

La sua pittura è frutto di una valutazione costante della sua gamma colorimetrica, e soprattutto del disegno che è per lei fonte di continua ricerca e innovazione. Il suo sogno non visibile è di essere “riconosciuta” anche per l'arte visiva, ma, e soprattutto, per ….. scusateci ma non possiamo svelarlo, ce lo ha confidato e, ovviamente, il segreto professionale ci impone di mantenere il riserbo!.

Vi possiamo solo suggerire in sordina …… “continuate a seguirla”, quanto più potete da vicino, Non finirete di sorprendervi. Ma d'altra parte, come citava Jules Feiffer (New York, 26 gennaio 1929 - scrittore, fumettista, cartoonist e vignettista statunitense. Nel 1986 ha vinto il Premio Pulitzer).

Gli artisti possono colorare il cielo di rosso perché sanno che è blu. Quelli di noi che non sono artisti devono colorare le cose come realmente sono o la gente penserebbe che sono stupidi. Ebbene questa giovane artista ha fatto suo questo aforisma e già da piccolissima - questa è la sua storia personale - disdegnava i giocattoli per colorare case e cose con il suo istinto primordiale. Concludo con una riflessione di Vincent van Gogh “il pennello sta alle mie dita come l'archetto al violino, e assolutamente per mio piacere”. Questa figura retorica è nella realtà Liliana Capozzo.

Liliana Capozzo, nasce ad Acquaviva delle Fonti, il 28 novembre 1995. Ha conseguito la maturità linguistica nel 2014.

Ha conseguito la laurea triennale in Decorazione. Frequenta la specialistica in moda e fashion design presso l’Accademia di Belle Arti di Bari. Ha partecipato a: 2015 - “Il Mondo di San Nicola”, Teatro Margherita, Bari. 2016 – “El signo de la pasiòn-disegni contemporanei di Italia e Spagna a confronto”, Accademia di Belle Arti di Madrid e Accademia di Belle Arti di Mola / Festival URTIcanti, Teatro Kismet Opera, Bari. /“Partenze”, Museo Civico, Bari /“Distance and Desire”, EXPERIENCE, Palazzo Verrone, Bari. 2017 - “Nikolart”, Spazio Murat, Bari / 2018 - esposizione di due ritratti al “George Feher Symposium”, University of California, San Diego.

Massimo Diodati scrive di lei:

"Ha la robustezza di una antologica, questa prima mostra personale di Liliana Capozzo (LilKa), ma ha anche la freschezza e la spontaneità di chi si accinge per la prima volta ad affrontare un pubblico sconosciuto in un ambiente affatto familiare.

L'Università eCampus ha sempre un che di incognito per i ragazzi, come quando si iscrivono per la prima volta a frequentarne i corsi. E così che quest'artista giovanissima si accinge a presentarsi - come in una sessione di esami - a sostenere la prima prova.

Tutto secondo i canoni!!! Liliana impettita e timida, sfacciata e romantica vuole solo che "avvenga" pronta a fare poi i conti con la realtà di questa sfida. Allora che la sfida inizi".

L'appuntamento è per questa mattina alle ore 10:30 presso l’Università eCampus in piazza Giulio Cesare, 13 a Bari.


Lascia il tuo commento
commenti