ASL Bari

Più di 15mila somministrazioni in una sola giornata: è record per i centri vaccinali della ASL

Intanto la copertura con prima dose degli under 60 supera di oltre 15 punti la media nazionale

Attualità
Acquaviva giovedì 17 giugno 2021
di La Redazione
Centro vaccinale
Centro vaccinale © Asl Bari

Con 15.331 somministrazioni eseguite in una sola giornata ASL Bari ha superato per la prima volta la propria media quotidiana di vaccinazioni. Nelle ultime 24 ore sono state infatti registrate oltre 15mila iniezioni in un giorno, con il supporto del personale sanitario impegnato nei 22 hub di popolazione presenti su tutto il territorio provinciale. Sono nel complesso finora 909.040 le somministrazioni effettuate nei centri ASL dall’inizio della campagna vaccinale ad oggi.

“Questi numeri attestano una sempre più incisiva capacità vaccinale acquisita grazie ad una distribuzione capillare sul territorio delle strutture vaccinali – commenta il dg Asl, Antonio Sanguedolce - e ad una organizzazione puntuale del personale impegnato nella campagna di immunizzazione contro il Covid”.

Di pari passo con il potenziamento dell’attività di vaccinazione, aumenta la copertura vaccinale delle fasce di età comprese fra i 40 e i 60 anni che tra Bari e provincia risulta di gran lunga superiore alla media nazionale. E’ sufficiente confrontare infatti le percentuali di copertura per le diverse decadi di età della popolazione vaccinabile (esclusi 0-11 anni): dei 40-49enni il 62% ha ricevuto almeno una dose di vaccino a fronte del 45,80% della media nazionale quindi con un distacco percentuale di 17 punti.

Stessa performance ottimale con il più 17% si riscontra nella decade di età 50-59 anni, dove in provincia di Bari, il 79% è stato coperto con almeno la prima dose, a fronte del 62,62% registrato a livello nazionale. Anche per la fascia di età 60-69 anni la percentuale di immunizzazione con almeno una dose supera la media italiana, con addirittura l’88% a fronte del 73,73% nazionale, con 15 punti percentuali in più.

La campagna vaccinale contro il Covid sta procedendo a ritmo sostenuto. Una volta messi in sicurezza gli ultra sessantenni, l’asse della campagna di immunizzazione è orientato adesso a proteggere la popolazione più giovane. Dopo le somministrazioni avviate nelle scorse settimane in favore degli studenti maturandi e dei ragazzi 12-15 anni in condizioni di fragilità, nei centri vaccinali della ASL Bari sono già partite le iniezioni per i minori di 12-15 anni non fragili. Da domenica – giornata di apertura delle prenotazioni ad oggi – hanno ricevuto la prima dose già 278 ragazzi di questa fascia di età.

 

Lascia il tuo commento
commenti