Comunicato stampa

Covid-19: sedici i comuni a “contagi zero”

Sono numeri direttamente correlati con l’evolversi della campagna vaccinale anti-Covid, che ormai riguarda indistintamente tutte le fasce di popolazione vaccinabile, ossia al di sotto dei 12 anni

Attualità
Acquaviva venerdì 11 giugno 2021
di Ufficio stampa ASL Bari
Report settimanale dati ASL
Report settimanale dati ASL © Asl Bari

Salgono a sedici i comuni a “contagi zero” nel monitoraggio di questa settimana. E’ il dato più evidente della consistente e generalizzata discesa delle positività in tutto il territorio provinciale, in cui si registra un complessivo meno 48 per cento. Con un tasso settimanale pari a 14,3, infatti, l’area provinciale di Bari segna un ulteriore dimezzamento dell’incidenza rispetto a sette giorni fa, attestandosi su valori da “zona bianca” – nel quadro del contesto regionale - per la terza settimana consecutiva.  La tendenza favorevole, eccetto piccole oscillazioni, è sostanzialmente confermata in tutti i 41 Comuni. La città di Bari, con un tasso settimanale di 9,8, si consolida su livelli particolarmente bassi.

Sono numeri direttamente correlati con l’evolversi della campagna vaccinale anti-Covid, che ormai riguarda indistintamente tutte le fasce di popolazione vaccinabile, ossia al di sotto dei 12 anni. Grazie alle 917mila dosi somministrate dall’inizio della campagna vaccinale – 82mila solo negli ultimi sette giorni - la copertura vaccinale ha raggiunto almeno con una dose il 57 per cento della popolazione vaccinabile, con un picco del 59% nel capoluogo.

All’interno delle diverse fasce d’età, in particolare quelle più esposte al rischio, spicca l’elevatissima copertura vaccinale garantita ai cittadini dai 60 anni in poi: l’87% dei 60enni ha ricevuto almeno una dose, mentre tra i 70enni e over 80 si raggiunge il 92%. Significativa anche l’immunizzazione assicurata, sempre con almeno una dose di vaccino, ai 50enni (76%) e ai 40enni (49%). Da sottolineare, infine, la convinta adesione alla campagna vaccinale da parte delle fasce d’età più giovani, segno che è stata ben compresa l’importanza di proteggere se stessi e gli altri con il vaccino anti-Covid.

 

 

Lascia il tuo commento
commenti