ROMART 2015, Biennale Internazionale di Arte e Cultura alla sua prima edizione.

Il “contornismo metafisico” di Francesco Ferrulli alla conquista di Roma

Il nostro concittadino ci racconta la sua esperienza al ROMART 2015, conclusasi lunedì 18 maggio scorso.

Cultura
Acquaviva mercoledì 27 maggio 2015
di Maria Gargano
Ferrulli all'opera
Ferrulli all'opera © F.F.

Dopo aver finalmente fissato la sua dimora artistica nel centro storico dell’ amata Acquaviva, solo qualche settimana fa, Francesco è subito partito per la capitale. Unico scopo: conquistare i giudici della Biennale Internazionale di Arte e Cultura, la prima fiera dedicata alla Pittura, Scultura, Grafica, Fotografia, Video e Digital Art, e tante altre espressioni artistiche.

Dodicimila metri quadri di esposizione, cinquanta nazioni, oltre quattrocento artisti, venticinque premi, sette sezioni, tre giurie, i numeri dell’ evento, reso spettacolare anche dall’accesso dall’alto per il pubblico visitatore che ha reso emozionante la visita della mostra sin dal primo impatto.

Padiglioni rettangolari, monoplanari a luce libera (privi di pilastri), cablati, condizionati, dotati di wi-fi, bar, ristoranti e servizi. Spazio che Francesco Ferrulli non ha resistito a decorare con la sua Arte Contornata, attirando ancora di più gli sguardi ammirati dei visitatori. Le premiazioni si sono concluse solo ieri ma non hanno interessato  Francesco, che però ha vissuto l’ esperienza con grande entusiasmo fino alla fine.


Una tappa importante del mio cammino artistico: essere circondato da più di 400 artisti provenienti da più di 50 nazioni diverse è stata un' esperienza magnifica, una di quelle che lasciano il segno. E, comunque, essere tra i tre dei quattrocento artisti, a riuscire a vendere le mie opere è stata comunque una vittoria, senza contare che un contenitore di queste dimensioni mi ha dato modo di aumentare i miei contatti, oltre a molte richieste da parte di gallerie  nazionali‘’ racconta  Francesco, e continua ‘’ in quest' ultimo periodo sto sperimentando molto.. sto lavorando su molti supporti nuovi e con diversi materiali e nel mio imminente futuro mi concentrerò su questo nuovo obiettivo' .

Il suo estro è, ormai, irrefrenabile. Dipinge qualsiasi cosa gli capiti a tiro, dalle etichette per prodotti a Km 0 della nostra Acquaviva, alle originalissime sneakers che calza spesso, solo che i suoi numerosi fan e ammiratori dovranno aspettare ancora un po’ prima di poterne acquistare degli esemplari! Ma siamo sicuri che torneremo a parlare ancora di lui.

"L’arte scuote dall’anima la polvere accumulata nella vita di tutti i giorni‘’ (Pablo Picasso).

Lascia il tuo commento
commenti