«Stato fortunatamente risibile della lebbra in Italia», revocata la convenzione con il "Miulli"

Delibera della Giunta regionale nei confronti del lebbrosario di Gioia considerando anche il «nutrito organico di personale che risulta sovradimensionato rispetto al bisogno»

Cronaca
Acquaviva mercoledì 20 aprile 2011
di La Redazione
© n.c.

La Giunta regionale ha stabilito l’avvio del procedimento in autotutela della Regione nel confronti dell’Ente Ecclesiastico “F:Miulli” di Acquaviva delle Fonti per la gestione della Colonia Hansenisna di Gioia del Colle, facendo procedere allo stesso nosocomio alla dismissione dei pazienti entro tre mesi dalla notifica del provvedimento.

Con lo stesso provvedimento la Giunta ha dato mandato al Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria di Bari perché individui un centro ambulatoriale o una struttura di ricovero per eventuali pazienti con acuzie e di una struttura socio assistenziale per l’assistenza dei pazienti nelle varie fasi della malattia.

«La decisione -comunica l'Agenzia Giornalistica della Regione Puglia- è stata assunta per lo stato fortunatamente risibile della situazione epidemiologica della lebbra in Italia i cui casi, comunque vengono risolti in breve con cure ambulatoriali e, contemporaneamente per il nutrito organico di personale dipendente e vari prestatori d’opera che risulta sovradimensionato rispetto al bisogno».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • NUOVA_MENTE_2010 ha scritto il 20 aprile 2011 alle 17:54 :

    anche ora il chirichetto SQUICCIARINI farà orecchie da mercante? Rispondi a NUOVA_MENTE_2010