Flora e fauna

La morfologia della città, le sue peculiarità, l’economia, la flora e la fauna.

La città
a cura di Mariella Nanna
Il paesaggio di Acquaviva è classificabile come pseudo-steppa, in quanto è caratterizzato da specie vegetali molto simili a quelle delle steppe presenti nella regione euroasiatica, ma, a differenza di quelle, tali specie si sviluppano in un clima tipicamente mediterraneo. Secondo molti studiosi la pseudo-steppa rappresenta l'ultimo stadio di degrado della vegetazione mediterranea, come risultato di vari fattori, quali l’opera di disboscamento, il dilavamento meteorico del substrato, la forte siccità estiva e la scarsa capacità di ritenzione idrica di un substrato fortemente fessurato in seguito ai fenomeni carsici.

Un tempo la copertura boschiva del nostro territorio era molto estesa e svolgeva un ruolo di fondamentale importanza nell’economia delle masserie, in particolare quelle in cui era prevalente l’attività dell’allevamento. Purtroppo gli incendi appiccati nei secoli scorsi per far uscire allo scoperto i briganti, le azioni di bonifica e di conversione produttiva dell’ultimo secolo e l’attività edilizia hanno notevolmente ridimensionato la copertura boschiva. I boschi attualmente esistenti sono concentrati nella parte meridionale dell’agro acquavivese (Macchione S. Vito, Bosco della Difesa, Colabosco) e alcuni di essi coprono la superficie delle lame (Lama Cupa e Lama Viola); un solo bosco resta nell’area nord-occidentale dell’agro: il bosco Perillo.

Tra gli alberi il più diffuso è la quercia, rappresentata nelle sue varie specie: roverella, fragno e leccio. Sono anche presenti il pino domestico e il pino d’Aleppo, il perastro, il nocciolo e il prugnolo. Il sottobosco è costituito da numerosi arbusti e piante erbacee. Fra le piante aromatiche sono presenti l’alloro, il finocchio, la lavanda, la menta, il rosmarino, la salvia e il timo. Fra le piante officinali ricordiamo l’asparago, il biancospino, la borragine, il cipollaccio, l’erba ruggine, il lentisco, la gramigna, l’ortica, il pungitopo, la rosa canina il tarassaco, la valeriana, il verbasco. Completano la serie delle piante erbacee asfodeli, astragali, bocche di lupo, papaveri ranuncoli e orchidee.

Il territorio acquavivese risulta particolarmente ricco di specie faunistiche. Tra i rettili e gli anfibi le specie più diffuse sono il ramarro, il geco kotschy e la vipera. Fra i mammiferi, invece, sono presenti volpi, faine, lepri e ricci. La presenza, soprattutto in primavera, di insetti, che si nutrono delle piante presenti, attira un numero considerevole di specie di uccelli. Fra i rapaci menzioniamo la poiana, il gheppio, ma soprattutto il falco naumanni, meglio noto come falco grillaio. Questo piccolo rapace, un tempo molto più comune, ha subito negli ultimi decenni una drastica riduzione dei suoi esemplari, soprattutto in seguito alla trasformazione e all’alterazione del suo habitat ad opera dell’uomo. Fortunatamente negli ultimi anni si sta registrando un significativo incremento della sua presenza.

La città

La morfologia della città, le sue peculiarità, l’economia, la flora e la fauna.

Vai alla sezione

Volantini

Le migliori offerte in città e dintorni.

Vai alla sezione

Meteo

Consulta le previsioni meteo della tua città fino a 5 giorni grazie ai dati aggiornati del nostro bollettino metereologico.

Vai alla sezione

Strumenti di segnalazione

Hai una segnalazione da fare o una buona storia da condividere con la nostra redazione e con i nostri lettori? Segnalaci subito la tua notizia.

Vai alla sezione

Autocertificazione Online

Online moduli di Autocertificazione da compilare e stampare velocemente.

Vai alla sezione

Farmacie di turno a Acquaviva

Visualizza i turni delle farmacie di turno.

Le farmacie di turno