Raccolta di denaro per le popolazioni colpite dal terremoto

Il Presidente nazionale scrive al Ministro dell'Interno

Codacons Segnalazioni Codacons
Acquaviva - giovedì 01 settembre 2016
© Codacons Acquaviva

Illustre Sindaco,

in riscontro della Sua mail del 25/08/2016, mi permetto di porre alla Sua attenzione, in premessa, le seguenti considerazioni a proposito del sostegno per le popolazioni colpite dal sisma:

  • La Protezione Civile Puglia in data 24/08/2016 ha pubblicato un comunicato con cui già informava i Cittadini delle modalità con cui inviare un contributo economico alle popolazioni.
  • La stessa Protezione Civile Puglia in data 25/08/2016 ha pubblicato altro comunicato con cui informava i Cittadini dell’attivazione di un conto corrente per la raccolta fondi da parte dell’ANCI.
  • Da più voci autorevoli ed Istituzionali si è fatto riferimento alla necessità di evitare di intraprendere iniziative che potessero portare confusione ai Cittadini,

tanto premesso, si consiglia di intraprendere ogni e più opportuna azione al fine di promuovere quanto già iniziato dagli Enti preposti evitando di attivare altre attività locali se non di mera sensibilizzazione.

      Le proponiamo di destinare alle popolazioni colpite dal sisma:

  1. tutto il ricavato dei proventi dell’occupazione di suolo pubblico delle attività commerciali di questa stagione estiva;
  2. i gettoni di presenza delle sedute consiliari che si svolgeranno fino alla fine del 2016;
  3. il ricavato di quanto versato dalle ditte del Luna Park, e per i posteggi alla prossima Festa Patronale.

La informo, comunque, che l’Associazione ha già inoltrato una apposita istanza con cui si chiede al Ministero dell’Interno di gestire in modo centralizzato tutte le campagne di solidarietà e le raccolte fondi legate al terremoto allo scopo di evitare gli errori del passato.

Distinti saluti,                         
Acquaviva delle Fonti, 25/08/2016          Luigi Maiulli – Presidente Codacons Acquaviva

Altri articoli
Gli articoli più letti