Incontro inaugurale del progetto P.A.T.H

Nuovi itinerari turistici per scoprire la Grecia Occidentale e la Puglia

Finanziato nell’ambito del Programma Interreg V-A Grecia-Italia 2014-2020

Attualità
Acquaviva venerdì 13 luglio 2018
di La Redazione
Nuovi itinerari turistici per scoprire la Grecia Occidentale e la Puglia
Nuovi itinerari turistici per scoprire la Grecia Occidentale e la Puglia © n.c.

L'incontro inaugurale del progetto di cooperazione transfrontaliera P.A.T.H, “Promuovere l’Attrattività delle Aree attraverso l’escursionismo e l’introduzione di un diverso approccio turistico, si terrà l’11 e il 12 luglio a Patrasso (sede dell’Unione Regionale dei Comuni della Grecia Occidentale).

L’Unione Regionale dei Comuni della Grecia Occidentale è il principale beneficiario di questo progetto in collaborazione con un partner Greco, la Regione della Grecia Occidentale e tre partner Italiani, l’Istituto per le Tecnologie della Costruzione del Consiglio Nazionale delle Ricerche, le Riserve Naturali Regionali del Litorale Tarantino Orientale e il Parco Nazionale dell’Alta Murgia.

Il progetto P.A.T.H, finanziato per 863.947,63€ nell’ambito dell’Asse Prioritario 2 – Gestione Ambientale Integrata del Programma Grecia-Italia Interreg V-A, mira allo sviluppo di un quadro metodologico per la gestione di Percorsi Turistici differenziati nell’area transfrontaliera con la valorizzazione di tecnologie e pratiche avanzate che contribuiscono alla sostenibilità del turismo.

Il progetto prevede la creazione di percorsi tematici nella Grecia Occidentale e in Puglia, che offriranno ai visitatori la possibilità di scoprire bellezze naturali, zone umide, aree ricche di biodiversità e punti di interesse storico-culturale su coste, alture e montagne. I predetti percorsi saranno condivisi mediante una mappa multimediale interattiva che consentirà agli utenti finali di pianificare la propria visita in base alle proprie esigenze, accedendo a informazioni inedite su tracciati e attrazioni. Il progetto prevede anche azioni mirate per mobilitare e coinvolgere le scuole e le comunità locali nella valorizzazione dei percorsi e per informare le parti interessate (autorità locali, associazioni ambientaliste e imprese turistiche) sul nuovo strumento turistico-culturale che sarà sviluppato.

Lascia il tuo commento
commenti