Istituto Comprensivo “De Amicis – Giovanni XXIII

Festa Della Solidarietà: evento finale

I bambini della Scuola Primaria, dalle classi prime alle classi quinte, si sono alternati nella presentazione di performances musicali che hanno reso la manifestazione molto allegra ed entusiasmante

Attualità
Acquaviva mercoledì 13 giugno 2018
di Marilena Navarra
Festa Della Solidarietà 2018: evento finale
Festa Della Solidarietà 2018: evento finale © AcquavivaLive

Venerdì 8 giugno, in piazza Di Vagno, si è svolta la manifestazione conclusiva dei “Percorsi di Solidarietà” organizzati dall’Istituto Comprensivo “De Amicis – Giovanni XXIII” durante il corso dell’anno.

Sono intervenuti il Dirigente Scolastico, prof.ssa Annalisa Bellino, il Sindaco di Acquaviva e la dott.ssa Lucrezia Stellacci, presidente UCIIM della Regione Puglia, che hanno salutato i presenti e hanno sottolineato l’importanza della solidarietà del “vicino” e del “lontano”. La dott.ssa Stellacci ha parlato di una società del rancore che deve recuperare i valori veri e per questo il ruolo della scuola è fondamentale, perché sa mettere in campo iniziative lodevoli come la festa della solidarietà.

Lo scopo di questa manifestazione è stato quello di sensibilizzare tutti i cittadini al senso di solidarietà nei confronti dell’infanzia più povera, vicina a noi, o di quella più lontana, deprivata e colpita dalla guerra, perciò i fondi raccolti saranno devoluti in beneficienza alle organizzazioni umanitarie che difendono i diritti dei bambini in tutto il mondo, l’Unicef e Save The Children. A tal proposito sono intervenuti il dott. Davide Colafemmina, volontario di Save The Children e il presidente uscente dell’Unicef di Acquaviva, che hanno descritto alcune attività a scopo benefico che le associazioni svolgono sul territorio.

I bambini della Scuola Primaria, dalle classi prime alle classi quinte, si sono alternati nella presentazione di performances musicali che hanno reso la manifestazione molto allegra ed entusiasmante, grazie ai colori di magliette, bandierine, cappelli, palloncini, e ai movimenti coreografici, abilmente eseguiti insieme alle loro insegnanti, che hanno emozionato tutti i presenti.

Lascia il tuo commento
commenti