Evento introdotto dal prof. Pasquale De Benedictis e moderato dalla prof.ssa Isabella Battista

IISS Rosa Luxemburg: Officina dello scrittore

La scuola acquavivese ha ospitato l’attore – regista Lino De Venuto

Attualità
Acquaviva lunedì 12 febbraio 2018
di La Redazione
IISS Rosa Luxemburg: Officina dello scrittore
IISS Rosa Luxemburg: Officina dello scrittore © AcquavivaLive

Sabato 10 febbraio nell’ambito del progetto Incontri con l’autore, su iniziativa della prof.ssa Marina Ritelli, si è svolto nell’Auditorium dell’Istituto Rosa Luxemburg di Acquaviva delle Fonti, l’incontro con Lino De venuto autore, tra gli altri, del libro “I colori dell’anima”.

Lino De Venuto Attore, è nato a Bari il 10 Agosto del 1949 e dopo aver conseguito la laurea in Scienze Politiche ha svolto attività teatrale. Regista e conduttore di laboratori teatrali e di progetti didattici ha accolto l’invito della scuola Rosa Luxmburg e con la consueta generosità ha illustrato ai ragazzi la portata del libro liberamente ispirato all’epistolario “Lettere a Theo” di Vincent Van Gogh.

L’

Sabato 10 febbraio nell’ambito del progetto Incontri con l’autore, su iniziativa della prof.ssa Marina Ritelli, si è svolto nell’Auditorium dell’Istituto Rosa Luxemburg di Acquaviva delle Fonti, l’incontro con Lino De venuto autore, tra gli altri, del libro “I colori dell’anima”.

Lino De Venuto Attore, è nato a Bari il 10 Agosto del 1949 e dopo aver conseguito la laurea in Scienze Politiche ha svolto attività teatrale. Regista e conduttore di laboratori teatrali e di progetti didattici ha accolto l’invito della scuola Rosa Luxmburg e con la consueta generosità ha illustrato ai ragazzi la portata del libro liberamente ispirato all’epistolario “Lettere a Theo” di Vincent Van Gogh.

L’evento, introdotto dal prof. Pasquale De Benedictis e moderato dalla prof.ssa Isabella Battista ha offerto ai tanti ragazzi presenti l’opportunità di scoprire la ricchezza e la poliedricità della personalità dell’artista olandese. L’interpretazione di alcuni brani dell’epistolario ha suscitato commozione nel pubblico presente, già peraltro affascinato dalla capacità interpretativa dell’autore.

De Venuto, che ha magistralmente narrato la preziosità di notizie, aneddoti, racconti e vicende, è riuscito a trasmesso tutta la bellezza della scrittura di Van Gogh, della sua arte, ma soprattutto della genialità di un uomo che, scrivendo a suo fratello della sua “normalissima” vita, ha lasciato una traccia inconfondibile del suo ineguagliabile valore umano.

a ha offerto ai tanti ragazzi presenti l’opportunità di scoprire la ricchezza e la poliedricità della personalità dell’artista olandese. L’interpretazione di alcuni brani dell’epistolario ha suscitato commozione nel pubblico presente, già peraltro affascinato dalla capacità interpretativa dell’autore.

De Venuto, che ha magistralmente narrato la preziosità di notizie, aneddoti, racconti e vicende, è riuscito a trasmesso tutta la bellezza della scrittura di Van Gogh, della sua arte, ma soprattutto della genialità di un uomo che, scrivendo a suo fratello della sua “normalissima” vita, ha lasciato una traccia inconfondibile del suo ineguagliabile valore umano.

Lascia il tuo commento
commenti