Progetto Erasmus

Rosa Luxemburg: l’istituto acquavivese protagonista in Europa

Un’avventura incominciata in autunno e che a novembre ha portato una decina di insegnanti dalla Slovenia, dalla Bulgaria, dalla Turchia, dalla Grecia, dalla Polonia ,dalla Spagna nel nostro territorio

Attualità
Acquaviva martedì 05 dicembre 2017
di La Redazione
Rosa Luxemburg
Rosa Luxemburg © AcquavivaLive

Esperienze di insegnamento e apprendimento di alto valore educativo, didattica innovativa, viaggi nelle scuole eccellenti d’Europa, affiancamento in aula, conoscenza e comunicazione con altri studenti europei. Per gli alunni e i professori dell’IISS Rosa Luxemburg di Acquavivail Programma di mobilità dell’Unione europea Erasmus+ “Clil as a bridge to real life English” è tutto questo. Un’esperienza molto bella, entusiasmante e impegnativa.

Un’avventura incominciata in autunno e che a novembre ha portato una decina di insegnanti dalla Slovenia, dalla Bulgaria, dalla Turchia, dalla Grecia, dalla Polonia ,dalla Spagna nel nostro territorio.

La delegazione europea ha effettuato una visita presso il palazzo di Città ricevendo il salutodel Sindaco Davide Carlucci che ha espresso apprezzamento per l’iniziativa e ha esaltato questo tipo di scambi rimarcandone l’importanza che assumono come strumento per creare quel senso di appartenenza all’Europa necessario a superare le divisioni e favorire l’integrazione dei vari paesi.

La visita è poi proseguita ad Alberobello e si è spinta sino a Lecce scoprendo alcuni tra gli aspetti culturali e artistici più significativi della nostra terra.

I ragazzi di ogni paese partecipante hanno presentato, in lingua inglese, un lavoro personale, realizzato con gli strumenti word, powerpoint e focalizzati sulla letteratura, l’arte, la geografia dell’Italia e hanno coordinato giochi didattici, attività di laboratorio di scultura, laboratori in lingua inglese con metodologia CLIL.

A conclusione di tale evento è stato predisposto un momento conviviale condiviso: una giornata di festa che ha visto la presentazione di giochi di strada tipici dei paesi partecipanti, attività di laboratorio finalizzate alla realizzazione di marionette e la rappresentazione di una fiaba in lingua inglese curata dagli studenti del Luxemburg. Tutti, infine, sono stati coinvolti in una lezione di ballo di Pizzica e in divertenti performance canore.

Ancora una volta – l’ennesima – l’Istituto Rosa Luxemburg, proseguendo il percorso di accrescimento di un sapere proiettato verso orizzonti europei, mette a segno un traguardo prestigioso e ricco di ritorni in termini di innovazione, di ampliamento e diversificazione delle possibilità di preparazione umana e di potenziamento dell’offerta formativa.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette