Alla base della decisione il voto contrario alla sfiducia del Partito Democratico e la volontà di rientrare in maggioranza.

Carlucci ritira le dimissioni

Il testo della lettera con cui il sindaco ha ritirato le dimissioni

Politica
Acquaviva martedì 12 gennaio 2016
di La Redazione
Il sindaco Carlucci
Il sindaco Carlucci © .

Sembra giungere al termine la crisi politica che da tre mesi ha tenuto in bilico l'Amministrazione Comunale. Dopo il consiglio comunale di venerdì scorso, in cui il sindaco ha incassato il voto contrario alla mozione di sfiducia presentata dall'opposizione, ieri Davide Carlucci ha ritirato le dimissioni presentate venti giorni fa, il 23 dicembre, con una lettera che di seguito pubblichiamo. Alla base della decisione la volontà del Partito Democratico di rientrare in maggioranza e nell'esecutivo cittadino.

Alla luce del clima più disteso all'interno delle forze della maggioranza, che si è manifestato attraverso diverse dichiarazioni a mezzo stampa e riportate anche nei social network, nelle quali il Pd manifestava la disponibilità a ricomporre i dissidi interni alla coalizione; viste anche le numerose attestazioni di stima da parte dei cittadini - espresse attraverso petizioni, dichiarazioni pubbliche e manifestazioni - tutte volte a incoraggiarmi verso il prosieguo dell'attività amministrativa; visto il voto compatto della maggioranza a votare contro la mozione di sfiducia presentata dall'opposizione in consiglio comunale, respinta con 11 voti contro e 6 a favore, sono arrivato alla determinazione di ritirare le dimissioni presentate il 23 dicembre, affinché questo mio gesto possa favorire il dialogo già avviato con il Partito Democratico, forza politica che condivide con me l'esigenza di contenere le spinte di tutti coloro i quali mirano alla continua destabilizzazione della vita amministrativa del nostro paese. Il Pd, infatti, in più occasioni, ha ribadito la sua volontà di non far mai venir meno la maggioranza consiliare che mi sostiene in consiglio comunale ed è pronta a rivedere le sue posizioni circa un "appoggio esterno" alla mia amministrazione, accordandole, d'ora in avanti, un sostegno pieno, fattivo e duraturo.

Per queste ragioni ritengo doveroso ritornare a svolgere nella pienezza delle mie funzioni il mandato di sindaco, al fine di portare a termine i molteplici impegni che ho preso fin dalla mia elezione, e di dare le giuste risposte ai bisogni collettivi che mi vengono posti dalla cittadinanza acquavivese. Confido nel fatto che una tale mia decisione possa riportare quel clima di stabilità amministrativa che da decenni manca alla nostra città e che, se ritrovato, può dare impulso allo sviluppo, al miglioramento della qualità della vita e alla risoluzione dei problemi strutturali del nostro Comune.
Grazie.
Distinti Saluti
Davide Carlucci

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette