Acquaviva - giovedì 14 gennaio 2016 Cultura

L'iniziativa organizzata dalle Proloco di Acquaviva, Casamassima, Gioia, Sammichele e Turi

“Ogne iune disce lo sò“. Il 17 gennaio la giornata nazionale del dialetto

Appuntamento alle 18.00 di domenica prossima nella sala Cesare Colafemmina di Palazzo de Mari.

.
. © Pro Loco
di La Redazione

 

Il 17 Gennaio prossimo alle ore 18.00 presso la meravigliosa Sala C. Colafemmina, in occasione della “Giornata Nazionale del Dialetto e delle Lingue Locali” indetta dall’UNPLI, la Pro Loco “Curtomartino” di Acquaviva insieme alle Pro Loco di Casamassima, Gioia del Colle, Sammichele di Bari e Turi omaggia il dialetto con “Ogne iune disce lo sò”, serata celebrativa delle lingue locali dei 5 comuni.
L’evento partito l’anno scorso nel comune di Casamassima ha carattere itinerante nell’ambito del SAC Ecomuseo di Peucetia, e vede l’esibirsi di esperti e amatori in poesie, racconti e musica rigorosamente in dialetto che quest’anno avrà come tema la quotidianità del sacro: tradizioni usanze e costumi nei giorni in cui si festeggiano i santi patroni e le festività religiose.
Per l’occasione il Sindaco del Comune di Acquaviva delle Fonti, con la preziosa collaborazione di Achille Signorile, presenteranno la ristampa del libro “Viaggio nel mondo del dialetto acquavivese” di Vito Gentile La Sforzesca Editrice, opera fondamentale per chiunque voglia approcciarsi allo studio della nostra lingua locale.
In questa giornata, l’Italia intera si appresta quindi a celebrare le lingue locali, bene immateriale e custode di storia e tradizioni, con azioni concrete quali raccolta di libri in e sui dialetti, di testimonianze video e audio, convegni, rappresentazioni teatrali, letture pubbliche di poesia, giochi di strada, ecc. Le Pro Loco sono da sempre impegnate in questa attività di recupero e tutela di saperi e tradizioni che oggi più che mai rischiano di scomparire.

Uno dei primi risultati tangibili dell’istituzione della “Giornata nazionale del dialetto e delle lingue locali” da parte dell’UNPLI è stata la nascita del Premio Nazionale “Salva la tua lingua locale” realizzato dalla stessa UNPLI e Legautonomie Lazio in collaborazione con il Centro di documentazione per la poesia dialettale “Vincenzo Scarpellino”, il Centro Internazionale Eugenio Montale e l'EIP (Scuola Strumento di Pace). Questo Premio ha l’obiettivo di salvaguardare e valorizzare i patrimoni culturali locali e le espressioni linguistiche di tutto il territorio italiano. Le premiazioni dell'edizione appena conclusa si terranno il prossimo 6 febbraio a Roma in Campidoglio.

“Anche un piccolo gesto è importante per contribuire alla salvezza dei dialetti e delle lingue locali d’Italia – ha affermato Claudio Nardocci, il papà di tutte le Pro loco di Italia - Siamo infatti convinti che le piccole azioni, compiute da ogni singola persona, sono fondamentali ed imprescindibili per la salvezza, per la conservazione del patrimonio linguistico locale. E devono essere attuati da ognuno di noi, adesso, perché non possono essere rinviati, pena la scomparsa definitiva delle lingue locali che abbiamo ereditato dai nostri nonni e nonne e dai nostri padri e madri. Non possiamo delegare questo compito allo Stato, agli enti locali, che comunque dovranno essere stimolati e coinvolti, e che lo saranno a maggior ragione se noi saremo capaci di compiere piccoli gesti moltiplicati per milioni di persone.”

Vi aspettiamo numerosi per riscoprire usi e costumi di una lingua sempre più viva.

Lascia il tuo commento
La pubblicazione dei commenti deve rispettare alcune Regole di buon costume e rispetto nei confronti degli altri
Clicca qui per maggiori dettagli
Commenta
  • Violano la legge sulla stampa
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Sono scritti in chiave denigratoria
  • Contengono offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede
  • Incitano alla violenza e alla commissione di reati
  • Contengono messaggi di razzismo o di ogni apologia dell’inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto ad altre
  • Contengono messaggi osceni o link a siti vietati ai minori
  • Includono materiale coperto da copyright e violano le leggi sul diritto d’autore
  • Contengono messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S. Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti web non inerenti agli argomenti trattati
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono.
{ "items": [{ "data_inizio": "2013/12/01", "data_fine": "2013/12/01", "immagine": "http://livenetwork.blob.core.windows.net/skinoverlay/Corato/cornice/quinto-cornice.jpg", "immagine_mobile": "", "href_immagine": "https://www.facebook.com/photo.php?v=10200778094078546&set=vb.638337366217227&type=2&theater", "attivo":"si", "colore_sfondo":"#0A1622", "top":"180" }] } { "items": [ { "data_inizio": "2014/08/16", "data_fine": "2014/08/28", "immagine": "http://livenetwork.blob.core.windows.net/skinoverlay/Corato/cornice/img/app-skin.jpg", "href_immagine": "http://livenetwork.blob.core.windows.net/skinoverlay/Corato/cornice/img/live_APP.htm", "immagine_mobile": "", "attivo":"no" } ] }
Chiudi Non visualizzare di nuovo