Comitato spontaneo residenti Piazza Maksymilian Maria Kolbe

Lettera aperta all'Amministrazione Comunale

Petizione sottoscritta dal Comitato Spontaneo dei Residenti di Piazza Maksymilian Maria Kolbe di Acquaviva delle Fonti e indirizzata all'Amministrazione Comunale.

Attualità
Acquaviva venerdì 10 agosto 2018
di Comitato spontaneo residenti Piazza Maksymilian Maria Kolbe
Piazza Maksymilian Maria Kolbe di Acquaviva delle Fonti
Piazza Maksymilian Maria Kolbe di Acquaviva delle Fonti © n.c.

Pubblichiamo la petizione sottoscritta dal Comitato Spontaneo dei Residenti di Piazza Maksymilian Maria Kolbe di Acquaviva delle Fonti (BA) e indirizzata all'Amministrazione Comunale.

“Spett.le Sig. Sindaco o forse sarebbe più opportuno Spett.le Primo Cittadino, chi si rivolge a Lei è il Secondo, Terzo ... il Ventunomillesimo Cittadino di questa Città.
Con l'approssimarsi della festa patronale in onore della Madonna di Costantinopoli che si terrà dal 2 al 5 settembre 2018 sembra che sia partita una gara, il superenalotto nel trovare nell'ambito cittadino zone per l'installazione del luna park o parte di esse.
Infatti girano da diversi giorni voci più disparate e straordinarie, ma il tutto si deve risolvere, anche se vi è stato un anno di tempo, su dove non dove in tempi ridotti.
Tra le scelte che si prospettano sembra che sia stata paventata Piazza Maksymilian Maria Kolbe.

Come Cittadini residenti volevamo evidenziarle che tale Piazza è circondata su tutti i suoi lati da abitazioni diventando di fatto enormemente problematico il propagarsi delle onde sonore che si svilupperanno dalle musiche emanate dalle attrazioni, dal vociare dei astanti, dai generati elettrici delle giostre ecc..

Non essendo tecnici volevamo solo rappresentarle come è stata considerata la soglia critica di decibel per evitare danni all’udito che è di 90 decibel e quella del dolore intorno a 120. L’Organizzazione mondiale della sanità fissa però valori medi da non superare per evitare una serie di disturbi correlati: problemi del sonno e della concentrazione, insorgenza di stress, stati ansiosi e irritabilità, disturbi dell’apparato cardiocircolatorio e persino disturbi digestivi e respiratori. I valori medi suggeriti dall'OMS sono di 55 dBA, ossia decibel ponderati, che considerano cioè la diversa sensibilità dell’orecchio alle diverse frequenze, nel periodo diurno (dalle 6 alle 22) e di 45 dBA in quello notturno (dalle 22 alle 6). A titolo esemplificativo alcuni valori in decibel per suoni o rumori, devono essere considerati come indicativi, sirena 120 dBA – urlo- fischietto 90. Come si pensato di risolvere tale problema?

A favore di quanto esposto innanzi, l'eventuale smog sviluppato dai motori diesel che provvederanno all'energia utile per muovere le attrazioni, rimarrebbero per molto tempo nell'area della Piazza. Cosa si è pensato di fare?

Non di meno importate, ma la cronaca ci da diversi spunti, con le moltitudini di persone e ragazzi che si riverserebbero nella Piazza si ritiene che vi siano le condizioni per un corretto deflusso non organizzato e caotico nella previsione di eventuali problemi che genererebbero caos? Se si come?

A titolo del tutto esemplificativo, di seguito, si riportano della zone che potrebbero essere oggetto dell'installazione del luna park, in ordine decrescente per m2:

1) 7,680.51 m² Via della Repubblica (via di Bari)
2) 3,039.34 m² Via S. Cataldo DIETRO Campo Sportivo Comunale "Giammaria"
3) 3,045.61 m² Z.I. 1 Traversa (distanza da Piazza G. Garibaldi - Z.I. 1 Traversa 1.00 km circa)
4) 2,624.40 m² Piazzale Madre Teresa de Calcutta
5) 1,322.12 m² Piazza Giuseppe Garibaldi
6) 1,260.72 m² Piazza Maksymilian Maria Kolbe

Non da ultimo ma non di poco conto nella zona vivono anziani, che nelle loro diversità hanno reso questa Città quello che oggi è, con le loro diverse problematiche fisiche, e/o mentali necessitano, come da consuetudine e da buon capo famiglia, di non essere sottoposti a stress che invece farebbe peggiorare la loro fragile situazione di salute.

Invitiamo, pertanto, tutti i destinatari della presente lettera aperta a sentirsi parte interessata ad operare nei modi, nei termini e competenze previste dai rispettivi compiti e ruoli istituzionali”.

Distinti saluti

Comitato spontaneo residenti Piazza Maksymilian Maria Kolbe

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Gianni ha scritto il 10 agosto 2018 alle 10:29 :

    Io abito in Via Bari ed ogni anno sopporto il rumore provocato dalle giostre e lo smog proveniente da generatori a gasolio/benzina. Spero quest'anno si faccia una festa più raccolta e secondo me piazza Kolbe è la location ideale. Se avete difficoltà di sonno vi consiglio l'utilizzo di opportuni dpi in grado di attenuare il rumore generato da giostre etc etc. in maniera tale da riportarlo ai limiti di legge. Rispondi a Gianni

    Giovanni ha scritto il 12 agosto 2018 alle 16:11 :

    Bisogna rispettare le regole caro Giovanni e Amministrazione Comunale ma quest'anno noi di PIAZZA M.Kolbe non ci fermeremo se le cose non vengano fatte a regola impianti elettrici a norma scarichi a norma venditori in regola distanza di sicurezza tra una giostra l'altra distanza di sicurezza dalle abitazioni lasciando liberi i passi carrabili e i parcheggi per i disabili ecc...... Caro Giovanni perchè non hai denunciato il tutto in questi anni Rispondi a Giovanni

    Mar_ ha scritto il 15 agosto 2018 alle 20:40 :

    Innanzitutto siete continuamente sottoposti a diversi scarichi generati anche dalle vostre stesse macchine, l’inquinamento è un fattore generale non esclusivamente generato dalle ‘giostre’. Per quanto riguarda le norme di sicurezza, scarichi e altro non siate così superficiali in quanto esistono commissioni di collaudo ad accettarlo. Continuamente. Nessuna giostra non ha il diritto di occupare un suolo senza un totale controllo prima di qualsiasi festa. E se ciò accade è colpa della commissioni di collaudo che non viene di certo stabilita dai esercenti. Il fattore rumore, basta un provvidemento che dichiari la quantità di suono concessa. Non dimentichiamoci che vengono per lavorare non per mettere disagio a nessuno. Abbiamo tutti le famiglie che hanno bisogno di riempire il loro stomaco. Rispondi a Mar_