La cattedrale in rete

Intervista a don Mimmo Giannuzzi: “vogliamo mettere in rete le nostre esperienze, la nostra vita, le nostre attività”

Attualità
Acquaviva domenica 09 ottobre 2011
di Pasquale Cotrufo
©

Cliccando su www.cattedraleacquaviva.it, da questa mattina troverete un nuovo sito internet. Sito internet interamente dedicato alle comunità "UNITE" di S. ’Eustachio, S. ’Agostino, S. Lucia. Queste hanno deciso, infatti, di utilizzare la rete come strumento per arrivare nelle case degli acquavivesi e non solo. Quest’oggi l’intera comunità si riunirà presso l’Oasi Santa Maria di Cassano per vivere la giornata della Comunità e in quel contesto verrà presentato ed inaugurato da S.E. Mons. Mario Paciello il nuovo sito internet della Cattedrale.
Abbiamo chiesto al parroco moderatore delle tre parrocchie, don Domenico Giannuzzi, di presentarci questo sito e di spiegarci come con questo nuovo strumento telematico intenderanno “incidere” sul nostro territorio.

Perchè oggi una parrocchia come quella di Sant'Eustachio, sente l'esigenza di dotarsi di un sito internet? 
Perché la "rete internet" può aiutare la parrocchia ad essere se stessa, cioè una "rete" di relazioni, di esperienze, di comunicazione. Questa esperienza che facciamo all'interno della comunità attraverso i nostri gruppi, le nostre attività, è caratterizzata da un desiderio di comunicazione al di fuori della comunità: la parrocchia non è un isola, nè un circolo chiuso su se stesso. I cristiani vivono l'esperienza gioiosa dell'annuncio della Parola e questa realtà li spinge a non chiudersi in se stessi. Per questo motivo la internet mi sembra quasi un posto "naturale" in cui collocarci!

A chi si rivolge il sito?
E’ rivolto a tutti, così come la nostra esperienza di comunità è rivolta a tutti. Fra questi "tutti", uno sguardo privilegiato è rivolto ai giovani.

Oltre il sito, quali altri media utilizzerete (webtv, facebook, twitter, podcast etc..)? 
Il sito sarà collegato con facebook, twitter... Ci piacerebbe anche una webtv ma siamo ancora in pochi... la sfida dei media chiede ai fedeli un impegno nel tempo e nella responsabilità: non mi piacerebbe iniziare cose che difficilmente riusciremmo a portare avanti.

Pensa che oggi l'evangelizzazione possa passare attraverso i nuovi media e come la Chiesa può utilizzare questi mezzi?
Certo! basterebbe fare un giro su internet.. anche se penso che dovremmo fare un salto di qualità, rendendo i nostri mezzi di comunicazione più attraenti nella forma.. per il contenuto (il vangelo) penso che già lo sia!

Quali tematiche verranno affrontate nel sito parrocchiale?
Innanzitutto vogliamo mettere in rete le nostre esperienze, la nostra vita, le nostre attività. La ricchezza dei gruppi della comunità a volte non rende facile e immediata la comunicazione! Ci piacerebbe anche parlare della vita della della nostra città, del nostro  impegno nella vita familiare, sociale, nel lavoro, a fianco a chi ha bisogno.

Si occuperà anche di altre tematiche oltre a quelle strettamente legate alla vita parrocchiale?
Che cosa non è parrocchiale?! non penso che debba esistere una frattura tra i cristiani e il mondo in cui vivono. La parrocchia è per sua 
natura una chiesa nel territorio, perciò mi piacerebbe che il sito fosse anche un luogo per leggere la nostra realtà nelle sue bellezze e nelle sue povertà.

Pasquale Cotrufo

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette